COSA FACCIAMO

I MERCOLEDÌ DI RITMINFOLK

 

 Il mercoledì è il nostro storico momento di incontro settimanale, da settembre a luglio.

 Le serate sono aperte a tutti!

 

Prima  riscaldamento con danze facili, poi insegnamento o  consolidamento della  scaletta annuale con danze italiane e internazionali, scelte dal nostro repertorio recente o più antico, e dulcis in fundo  una seconda serata dedicata di volta in volta alle tradizioni specifiche: il mondo ispanico, l’area anglofona…

 

E per non farci mancare niente di tanto in tanto  organizziamo delle serate conviviali aperte con musica dal vivo.

 

 

Non aspettate il prossimo stage:

venite a trovarci! 

Vi offriamo le prime serate di prova.

Bastano scarpe comode e voglia di ballare! 

 

STAGE E LABORATORI

Dal 2005, con cadenza all'incirca annuale, proponiamo laboratori articolati mediamente in 4-6 incontri, incentrati su danze internazionali, sopratutto europee e delle Americhe; a questa formula  sono andati  affiancandosi gli stages tematici intensivi , come quelli  di  danze bretoni  o di tammurriata, con qualificati insegnanti italiani e stranieri, concentrati in un pomeriggio o di un’ intera giornata.

Sperimentiamo anche mini stage serali il mercoledì, o anche  formule miste, come il Mousiké con stage più festa a ballo di danze greche. 

 Ritminfolk ospita  una particolarissima forma di incontro “itinerante” di danza, cui partecipano sia aficionados che neofiti: Gutxi eta maiz,  ripasso di Mutxiko e di danze basche, a metà tra il ballo di piazza (come è nei Paesi Baschi) e lo  stage. 

 

ESIBIZIONI ED ANIMAZIONI

Durante specifiche occasioni Ritminfolk partecipa a manifestazioni pubbliche (come la festa di Balliamo sul Mondo a Reggio Emilia o la sagra della Madona dei Pom a Paratico nel 2014, le danze per la comunità delle suore albanesi nel 2015, o la "Festa della Cittadinanza - Volontari Volentieri" che si tiene tutti gli anni a Rezzato in occasione del 2 giugno) presentando danze dal proprio repertorio in costumi che danno alla coreografia colore e spettacolarità: si passa dall’atmosfera popolare italiana a quella dell’Europa dell’Est, dal medio Oriente all'America Latina. Uno dei nostri costumi è un abito creato ispirandosi a modelli di abbigliamento festivo dei contadini della bassa bresciana di fine '800. (per maggiori dettagli vedi Foto Gallery

Il nostro repertorio comprende danze italiane - dal Nord, ed in particolare dalla nostra Provincia al Sud -  ed europee, dall’Atlantico agli Urali: penisola iberica, Francia, mondo anglofono, Russia e Balcani per spingersi verso Oriente con  danze del repertorio turco, armeno, israeliano e indiano.

Non mancano però  danze dalla sponda dell’Atlantico dove le tradizioni europee sbarcate dalle navi degli emigranti si sono arricchite delle culture autoctone.

Quasi sempre le nostre esibizioni sono seguite dalla cosiddetta animazione, ovvero un momento in cui invitiamo i presenti a ballare con noi, insegnando facili danze e facendo partecipare tutti.

BAL FOLK

La nostra nota passione folk si appaga anche in una o più feste a ballo annuali: nelle piazze, nei parchi o al chiuso, con la musica dal vivo di gruppi emergenti o affermati di varia tendenza, da quelli più tradizionali allo sfrenato folk-rock, o con  specifiche aree di riferimento (musiche occitane, balcaniche…).  

A volte al bal folk segue uno stage, come il Mousikè di danze greche nel 2016, o interviene a conclusione di una manifestazione con esibizione di vari gruppi, come Macramé nel 2014 o  la partecipata Ritminfesta del Decennale, dopo la coloratissima sfilata in costume e le danze dei numerosi gruppi di amici ballerini presenti.  

Tutti possono partecipare, le danze si ripetono più volte, si imparano per imitazione e  il divertimento è assicurato!

 

 

CON I GIOVANI

I bambini e i ragazzi sono i destinatari privilegiati per la trasmissione del patrimonio di danze folk alle nuove generazioni.  

Per questo non dimentichiamo  i ragazzi  nelle feste in piazza, facendo partecipare i più grandicelli alle animazioni con gli adulti o coinvolgendo i più piccoli in cerchi e danze tutti per loro. 

Inoltre operiamo in vari ambiti istituzionali come  i Centri estivi  comunali (CRE) e la scuola, da quella dell’infanzia alla secondaria, con proposte/progetti differenziati nei contenuti e nelle metodologie secondo l’età e le eventuali richieste specifiche.

All’insegna dell’allegria e del divertimento bambini e ragazzi scoprono il linguaggio dei gesti e del corpo, imparano a muoversi al ritmo della musica, a collaborare con gli altri per realizzare un obbiettivo comune: danzare, tutti insieme in armonia tra compagni di culture diverse, di abilità diverse senza escludere nessuno.